Pierre Broué | La rivoluzione ungherese dei consigli operai

Abbiamo inserito questo testo del marxista francese Pierre Broué “La rivoluzione ungherese dei consigli operai” scritto a poche settimane di distanza dall'epilogo della stessa rivoluzione, perché in esso troviamo esposti in maniera lucida e sintetica i principali avvenimenti che segnarono quell'esperienza rivoluzionaria. Ne consigliamo la lettura per completare il quadro di questo avvenimento. Grazie a questo articolo infatti si riesce a far luce sulla vera natura di questa rivoluzione, quale carattere assunse, e quali istanze portava avanti. Come sempre accade nel corso di un processo rivoluzionario, anche nell'Ungheria del’56, la classe lavoratrice si è dotata in maniera autonoma e spontanea di forme consiliari. I consigli di fabbrica, potenzialmente veri e propri soviet, furono il motore di quel processo. Si tratta di una caratteristica di ogni rivoluzione e il fatto che in ogni processo rivoluzionario sorgano ad un certo punto forme di democrazia diretta, di consigli di fabbrica, comitati o altro ancora, dimostra quanto questo processo sia una tendenza immanente della rivoluzione socialista.