Lev Trockij | I sindacati nell’epoca di declino dell’imperialismo

In questo scritto Trockij dimostra come le organizzazioni sindacali si fondano sempre più con l’apparato statale nella fase di declino dell’imperialismo. Si tratta di un processo su scala mondiale, una degenerazione che coinvolge sia i sindacati socialdemocratici, sia quelli comunisti e anarchici. Questo perché la tendenza all’integrazione con lo Stato non è frutto di una corrente politica in sè, ma causata dalle condizioni sociali che sono comuni a tutti i sindacati, anche a quelli che noi definiamo “di base”.La borghesia ha bisogno dello Stato come strumento per organizzare il potere politico a difesa del proprio potere economico. Lo Stato non è un arbitro imparziale tra le parti, ma lo strumento della dittatura di una classe sull'altra; esso è dunque necessario solo nella misura in cui esiste la lotta di classe perché serve ad una per opprimerne un'altra, per contenerne la battaglia e ricercare costantemente una situazione di normalità, di pace sociale, in modo che il sistema stesso possa funzionare.