Lo stalinismo in Spagna

Ma per tutti i diavoli – chiede, come si è visto, l’autore – perché le masse rivoluzionarie che avevano abbandonato i loro vecchi dirigenti si sono inchinate davanti alle bandiere del partito comunista?”. Il quesito è mal posto. Non è vero che le masse rivoluzionarie avessero abbandonato tutti i loro vecchi dirigenti. Gli operai legati in precedenza a determinate organizzazioni continuarono ad aderirvi, pur osservandone e vagliandone l’atteggiamento. In genere gli operai non rompono tanto facilmente col partito che li ha risvegliati a vita cosciente. Inoltre l’esistenza di un patto di copertura reciproca vigente nell’ambito del Fronte popolare addormentava i lavoratori: dato che tutti andavano d’accordo, tutto sarebbe andato per il meglio. Le masse nuove e fresche, naturalmente si rivolgevano verso il Comintern, quale partito realizzatore della sola rivoluzione proletaria vittoriosa e che, si sperava, sarebbe stato capace di assicurare armi alla Spagna. Inoltre il Comintern era il paladino più fervente dell’idea del Fronte popolare; e ciò infondeva fiducia agli strati operai privi di esperienza. In seno al Fronte popolare, il Comintern era il paladino più fervente del carattere borghese della rivoluzione; e ciò infondeva fiducia alla piccola, e in parte anche alla media borghesia. Ecco perché le masse “si sono inchinate davanti alle bandiere del partito comunista”.

Il nostro autore descrive le cose come se il proletariato si trovasse in un negozio di scarpe ben fornito, a scegliere un nuovo paio di stivali. Ma, come si sa, anche questa semplice operazione non sempre riesce bene. Quanto ad una nuova direzione, la scelta è molto ridotta. Solo gradualmente, in base alla propria esperienza attraverso varie tappe, ampi strati delle masse possono convincersi che una nuova direzione è più salda, più sicura, più leale della vecchia. Indubbiamente durante una rivoluzione, cioè quando gli eventi mutano con rapidità, un partito debole può rapidamente diventare forte, purché capisca chiaramente il corso della rivoluzione e possieda dei quadri solidi che non si ubriachino di frasi vuote e non si lascino spaventare dalla repressione. Ma tale partito deve esistere prima della rivoluzione, perché il processo di formazione dei quadri richiede un periodo di tempo considerevole che la rivoluzione non concede.