Karl Marx | La guerra civile in Francia

Dopo la sconfitta della Francia contro la Prussia, il 4 settembre 1870 la popolazione di Parigi insorge proclamando la Repubblica. Il nuovo governo, però, è capeggiato da monarchici, clericali e alti funzionari statali che tentano di approfittare della caduta del bonapartismo per affermare i propri interessi.Le aspettative di pace e giustizia sociale del popolo parigino vengono disattese e si giunge ad una nuova ondata di rivolte e occupazioni, che culmina con la cacciata del governo Thiers il 18 marzo 1871 e la proclamazione della Comune di Parigi. Siamo di fronte al primo governo gestito dai lavoratori, a cui segue una repressione brutale e sanguinaria: un’esperienza di circa due mesi, ma i cui insegnamenti valgono anni.